SparkleDay 2016

image_pdfimage_print

L’atmosfera è stata quella della festa, il luogo sono stati gli sfavillanti saloni dell’Hotel Cestello (2)Westin Excelsior di Roma, dove, lo scorso 21 novembre, si è svolta edizione 2016 di SparkleDay, l’evento dedicato alle adorate “Bollicine italiane”.

Come ogni anno, la prestigiosa rivista di enogastronomia Cucina & Vini ha organizzato questa importantissima manifestazione, a cui hanno partecipato 60 tra le più importanti aziende produttrici di spumanti secchi del Bel Paese.

E’ un’iniziativa molto amata vista la notevole partecipazione dei visitatori, i quali anno affollato le eleganti sale dell’hotel fin dalle prime ore del pomeriggio, raggiungendo il picco delle presenze nelle ore serali.

Cucina & ViniI partecipanti hanno avuto la possibilità di degustare ben oltre 200 etichette, tra le quali anche quelle insignite delle 5 sfere, il simbolo attribuito dalla Guida Sparkle 2016, redatta da Cucina & Vini,  per l’inserimento nella top label della produzione spumantistica nazionale.

Tirando le somme della XIV edizione della Guida si nota facilmente come il podio di quest’anno, sia calcato da:

Franciacorta, con 22 “5 sfere”,

Prosecco Superiore di Conegliano Valdobbiadene, con 17 riconoscimenti,

Trento, con 15.

Seguono poi il Piemonte, l’Alto Adige, la Puglia e l’Abruzzo.

Il segreto del successo, dentro e fuori dai confini nazionali – afferma Francesco Cestello (1)D’Agostino, curatore del volume e Direttore di Cucina & Vini – è da ricercare senz’altro negli elevati standard qualitativi raggiunti dalle aziende della Penisola, nonché nell’estrema versatilità dei prodotti, adatti, con le loro diversità, ad accompagnare un intero pasto, dall’aperitivo al dessert. Gli spumanti, come confermato da diverse fonti, rappresentano il fattore trainante delle esportazioni di vino italiano. Nei primi sei mesi del 2015 si è registrata una crescita dell’export del 24%, con Gran Bretagna e Stati Uniti come principali mercati di riferimento. Le nostre bollicine per quantità sono prime per distacco nel mercato mondiale, superando per la prima volta la quota di 1 miliardo di euro”.

La manifestazione si chiude, anche quest’anno, all’insegna del successo, e in attesa della prossima edizione, la redazione di Circe Gourmet augura Buone Bollicine a tutti i lettori!

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Commenti chiusi