Giornata Nazionale della Cultura del Vino e dell’Olio

image_pdfimage_print

Torna sabato 21 maggio 2016 la Giornata Nazionale della Cultura del Vino e olive_oil (8)dell’Olio,  giunta quest’anno alla sesta edizione e promossa dall’Associazione Italiana Sommelier  per rendere il giusto riconoscimento allo straordinario patrimonio culturale che il settore vitivinicolo e quello oleario rappresentano per il nostro Paese.

 

Di particolare significato in questa edizione è il patrocinio concesso dal MIPAAF e dal MIBACT, a conferma di una collaborazione ormai consolidata tra la nostra Associazione e le Istituzioni nell’ottica della giusta informazione ai consumatori e del confronto e del supporto agli addetti ai lavori.

 

Il patrocinio dela Rai – Radio Televisione Italiana garantirà il racconto dei 20 eventi organizzati  per l’occasione dalle Delegazioni regionali di AIS con la forza dei suoi 35.000 sommelier, per raccontare le eccelenze dei vari territori e far scoprire location di  grande valore storico-culturale, legate alla cultura enoica e olearia.
Il tema scelto per la Giornata Nazionale di quest’anno è l’etichettatura, in particolare appunto del vino e dell’olio. Si tratta di un argomento estremamente attuale alla luce delle recenti disposizioni comunitarie e particolarmente caro ai consumatori, che, attraverso la lettura di quanto indicato sulle confezioni, possono accedere alle informazioni sulla provenienza e le caratteristiche del prodotto ed esercitare così il loro diritto ad una scelta corretta e consapevole. Senza contare che l’etichetta è uno strumento fondamentale anche per  i produttori, che possono così valorizzare  le  peculiarità delle materie prime e delle metodologie produttive utilizzate. Non è un caso che gli eventi regionali vedranno il coinvolgimento dell’ICQRF, ovvero il  Dipartimento del Ministero delle Politiche Agricole preposto al controllo della qualità e, dunque, alla prevenzione e al contrasto delle frodi alimentari.

 

L’AIS Lazio parteciperà alla giornata con un grande evento volto a rappresentare cultura del vino e dell’olio di tutta la Regione e a sottolineare le varietà, le tipologie e le tipicità di cui il territorio laziale è espressione. Particolrmente prestigiosa la sede scelta, il Casino dell’Aurora- Palazzo Pallavicini, una splendida dimora storica del primo Barocco, inedita al grande pubblico: un tesoro nascosto nel cuore di Roma, sul colle del Quirinale, proprio di fronte al palazzo sede della Presidenza della Repubblica. La storia della famiglia Pallavicini si intreccia sin dalla seconda metà del 1600 con la tradizione vinicola e olearia del Lazio con una produzione e un impegno pregiati e riconosciuti. L’iniziativa promossa da AIS Lazio vedrà la partecipazione di circa 50 aziende di tutta la regione,  di esperti, addetti ai lavori, appassionati, il cui incontro avverrà nel corso di un seminario  di approfondimento e di vari momenti di degustazione. A breve sarà online il programma definitivo.

 

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Commenti chiusi